È bello ciò che nasce da una necessità interiore Kandinskij e lo spirituale nell'arte

“Ogni opera d’arte è figlia del suo tempo e spesso è madre dei nostri sentimenti” scriveva Vasilij Kandinskij ne “Lo spirituale nell’arte” , opera in cui il padre della pittura astratta sperava nel tramonto di un epoca materialista a favore di un periodo in cui l’anima si risollevasse per mezzo dell’artista, unica creatura capace di…

Colore, materia dello spazio e dello spirito: gli ambienti cromatici di Ettore Spalletti.

Il 5 maggio 2017 Ettore Spalletti riceve la laurea honoris causa in Architettura dall’Università G. D’Annunzio di Pescara; è il coronamento di una lunga carriera che di fatto contraddice l’equazione che associa la vita provinciale all’isolamento culturale e dunque all’inevitabile mediocrità del prodotto artistico. C’è da dire anzi che è proprio in questa esistenza defilata,…

L’ esperienza razionalista e la bellezza “disciplinata” L’esaltazione della funzione nell’architettura e nel design

Attraverso l’esperienza del bello all’uomo è concesso di sperimentare la gioia che deriva dalla fruizione di un’opera d’arte, frutto di un genio artistico. La bellezza è strumento per la felicità. L’idea del bello ha subito e vissuto un’evoluzione lunga quanto la storia del genere umano: il bisogno di esprimersi artisticamente e con esso il bisogno…

La collina dei morti parlanti Edgar Lee Masters e l’Antologia di Spoon River

Era il -non troppo – lontano 1943 quando la casa editrice Einaudi pubblicava per la prima volta in Italia l’Antologia di Spoon River, tradotta dalla giovane e promettente Fernanda Pivano sotto la guida di un già celebre Cesare Pavese; quest’ultimo ne aveva ricevuto una copia dall’America nel 1930, dedicandole poi un saggio l’anno seguente. Quasi…

David Lynch e “Lost Highways” Uomini Misteriosi e universi psicoanalitici

Nel panorama del cinema americano degli anni ’80-’90, in un clima di totale rottura nei confronti degli esperimenti realizzati in passato, si innesta l’opera di un regista fondamentale per lo sviluppo di un cinema che è totale reinvenzione del reale: David Lynch. La sua carriera viene segnata dal successo di film destinati a diventare cult,…

Fenomenologia della morte di Ivàn Il’ič Dolore e malattia nel romanzo di Tolstoj

La rappresentazione del dolore genera spesso fascinazione. Il lettore, coinvolto con la sua fragilità di essere umano, partecipa immedesimandosi in chi soffre e chiedendosi se la medesima sofferenza possa toccare anche a lui. Ne La morte di Ivàn Il’ič, romanzo breve della fase metafisico-morale di Tolstoj, la malattia è un accidente della vita che colpisce…

Primo Levi, trent’anni dopo L'eredità dell'autore tra eventi ed edizioni

Ricorre quest’anno il trentesimo anniversario dalla scomparsa di Primo Levi, lo scrittore torinese morto suicida nella sua casa l’11 aprile del 1987. Il Salone Internazionale del libro di Torino dedicherà all’ autore una serie di eventi al fine di celebrarne l’opera e l’importanza storico-letteraria. Il Centro internazionale di studi Primo Levi sarà infatti presente al Salone…