Quando la Natura rivendica il suo ruolo: "Gli Uccelli" di Hitchcock a metà tra catastrofismo e paura dell’abbandono

L’ornitofobia, più comunemente nota come paura degli uccelli, è una fobia capace di canalizzare una delle ansie sociali più diffuse tra la popolazione mondiale: quella di subire un attacco da parte di un’entità imprevedibile e incontrollabile appartenente alle travolgenti forze della Natura. Una paura ereditata dagli albori di un’epoca preistorica che, tuttavia, continua a tormentare…

Jean-Paul Sartre e Il Castoro La fedele infedeltà di una coppia anticonformista

Girovagando nel cimitero di Montparnasse, oltre alle tombe di personaggi illustri come Baudelaire, Guy de Maupassant, Constantin Brancusi o Man Ray, ci si potrebbe imbattere in una lapide tanto singolare quanto romantica, “tavola” imbandita ricca di biglietti della métro, fiori, lettere e baci a stampo con tanto di rossetto; il primo ad esservi deposto fu…

Tempo di Libri: troppi libri (noti) e poco tempo Cronaca di una giornata tra i banchi della fiera milanese

Marzo sarà davvero “tempo di libri”. I primi giorni del mese sono stati monopolizzati dall’omonima fiera internazionale dell’editoria, alla quale faranno seguito altri importanti appuntamenti a Roma e Milano. Nessuna occasione migliore, dunque, per spingere due bibliomani – Me e Alessio – su un treno alla volta della città meneghina. Essendo la prima volta ad…

Disuguaglianze Socio-Economiche: Ugualmente Negative per Tutti Il contributo della psicologia sociale

Viene spontaneo pensare che tutti reputino le disuguaglianze sociali un problema indesiderato e che andrebbe risolto. Discutere sulle cause che portano a situazioni non eque potrebbe richiedere ore, se non giorni; ci si potrebbe concentrare invece su un quesito molto semplice: se siamo tutti contrari alle disuguaglianze, come mai non sono ancora state risolte? Molti…

Disumanizzazione e ricerca dell’identità: Blade Runner e la sfida evolutiva richiesta da una società distopica

“Io… ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.” Questa conosciutissima frase, ormai entrata a far parte dell’uso comune, deriva dal monologo finale dell’androide Roy Batty, antagonista di Rick Deckard, personaggio interpretato da Harrison Ford nella pellicola Blade Runner, produzione originale di Ridley Scott del 1982. Collocandosi a quasi dieci anni di distanza…

Labirinti green. Intricate geometrie di verdi mura.

Daedalus ingenio fabrae celeberrimus artis ponit opus turbatque notas et lumina flexu ducit in errorem variarum ambage viarum. … ita Daedalus inplet innumeras errore vias vixque ipse reverti ad limen potuit: tanta est fallacia tecti. quo postquam geminam tauri iuvenisque figuram clausit et Actaeo bis pastum sanguine monstrum tertia sors annis domuit repetita novenis  …